Home Blog

Approvato all’unanimità il rinnovo del CCNL dei bancari in Sicilia – Concluse le assemblee di piazza

0

Un successo di partecipazione per le assemblee di piazza delle lavoratrici e dei lavoratori per la votazione del rinnovo del CCNL dei bancari tenute presso tutte le piazze siciliane.

Assemblea di Caltanissetta

Il nuovo contratto siglato da tutte le organizzazioni sindacali di categoria lo scorso 23 novembre, ha visto l’introduzione di importanti elementi di novità: dalla riduzione dell’orario di lavoro di 30 minuti settimanali alla costituzione della cabina di regia che vigilerà i nuovi processi di digitalizzazione.

In foto Giuseppe Bilanzuoli Segretario Nazionale Uilca e Giuseppe Gargano Segretario Generale Uilca Sicilia

Un rinnovo che punta molto sugli aspetti sociali come l’introduzione della retribuzione al 100 % per le maternità a rischio, l’aumento del 50% del periodo di comporto che sarà riconosciuto anche in caso di disabilità ai sensi dell’art. 3, comma 3, legge 104/92 (c.d. “gravità”). La dichiarazione congiunta su molestie e violenze diventa un articolo del contratto. Importante l’aumento salariale di € 435 per la figura media (3A4L) scalettato in quattro tranche. Per lo stesso inquadramento, la prima tranche di aumento è di € 250 con decorrenza 1° luglio 2023.

Tavolo relatori Assemblea di Siracusa

Le votazioni sulle piazze di Palermo, Catania, Messina, Ragusa, Siracusa, Enna, Caltanissetta e Trapani hanno visto un’acclamazione all’unanimità del rinnovo contrattuale.

Grande soddisfazione del Segretario Generale Uilca Sicilia Giuseppe Gargano, che al termine dell’ultima assemblea tenutasi oggi a Siracusa ha dichiarato“Le lavoratrici ed i lavoratori siciliani hanno approvato all’unanimità l’ipotesi di accordo relativa al rinnovo del CCNL credito del 23/11/2023. Hanno apprezzato in modo chiaro la piattaforma partendo dalla previsione, in prospettiva, di una contrattazione continua mirata a gestire i cambiamenti del settore; gli interventi a tutela delle donne e dei colleghi più deboli; le norme che garantiscono incentivi maggiori, con l’intervento del Fondo per l’occupazione FOC, a favore delle aziende che assumeranno nel mezzogiorno e garantiranno la permanenza dei neoassunti nel luogo di residenza.
Per finire con l’importante aumento economico che, a regime, vedrà riconosciuto ai bancari l’importo di 435 euro che è il più alto in assoluto nel sistema Italia. 
Le controparti datoriali, considerati gli ingenti utili delle banche, hanno dovuto cedere alle richieste della UILCA e degli altri sindacati. 
È finalmente stato riconosciuto il giusto valore ad una categoria che, nel drammatico periodo del COVID, è stata considerata ‘essenziale’ dimostrando di esserlo concretamente, garantendo il servizio quando le persone e le aziende ne avevano più bisogno.”

 

Gargano (Uilca Sicilia) : Quale partner per la Banca Popolare Sant’Angelo?

0

“Abbiamo appreso che, a seguito del Rapporto ispettivo e delle conseguenti prescrizioni di Banca d’Italia, nel corso della seduta dell’ 8 febbraio scorso, il Cda della Banca Popolare Sant’Angelo ha deliberato di conferire ad Amministratori indipendenti specifico ed esplicito incarico a coordinare il processo di selezione di un partner bancario e la successiva esecuzione del percorso di aggregazione.“ Così dichiara Giuseppe Gargano segretario generale Uilca Sicilia (nelle foto).

Saranno infatti, a brevissimo, nominati un Advisor tecnico-legale ed un Advisor industriale e finanziario al fine di gestire tale percorso.

“Pur con la consapevolezza che le aggregazioni, le fusioni e le incorporazioni hanno interessato e continuano ad interessare molti Istituti di Credito in tutto il territorio nazionale – continua Gargano – non possiamo non essere preoccupati da tale notizia che investe una delle due banche regionali ancora esistenti in Sicilia. La desertificazione bancaria che – ad oggi – ha determinato l’assenza di sportelli in 138 comuni siciliani, rischia di registrare una ulteriore accelerazione. La UILCA Sicilia seguirà con grandissima attenzione l’evolversi di tale situazione, nell’interesse delle persone e delle aziende che hanno come riferimento le 22 agenzie della Banca Popolare Sant’Angelo in Sicilia.

E’ per noi una priorità assoluta la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori – circa 180 nella nostra regione – che, considerate le competenze e le professionalità sviluppate insieme ad una profonda conoscenza del territorio, hanno per la banca sostenuto l’economia e il credito regionale. Auspichiamo – conclude Gargano – che  la politica e le Istituzioni  facciano la propria  parte al fine di scongiurare il pericolo di mobilità e tensioni occupazionali, evitando di disperdere un importante patrimonio della Sicilia nell’ambito creditizio.”

 

Mingoia, segretario responsabile Uilca Unicredit: il Vap più alto del settore

0

Notevole risultato della Uilca del gruppo Unicredit che, insieme alle altre sigle sindacali, ha siglato un accordo per la determinazione e l’erogazione del VAP 2023, in aumento rispetto a quello dello scorso anno del 40%.

E’  uno dei Vap più alti di sempre. Rosario Mingoia, segretario responsabile Uilca Unicredit, parla di un “Ottimo risultato che riconosce concretamente il lavoro delle colleghe e dei colleghi che hanno contribuito e continuano a contribuire agli importanti e straordinari risultati di questa Azienda. Si tratta di uno dei Vap più alti della storia dell’istituto e al momento il più alto del settore”.

Ecco le modalità di erogazione. Previsto un premio di produttività di € 1.600 in conto welfare, disponibile nel mese di aprile o, altrimenti, € 1.000 lordi da prendere cash con tassazione agevolata del 5% in busta paga a giugno. Per tutti in conto welfare € 511,30 quale erogazione welfare redditività 2023.

Infine, € 88,70 quale contributo polizza odontoiatrica, per tutti i dipendenti.

Gli importi destinati a conto Welfare saranno riconosciuti entro il 10 aprile 2024. Per quanti sceglieranno l’opzione con la componente cash in busta paga i previsti 1.000 euro lordi verranno accreditati nel cedolino di giugno, mantenendo inalterata la data di erogazione dei restanti 511,30 euro come welfare (aprile).

Desertificazione Bancaria. Conclusa la campagna Uilca “Chiusura filiali? No grazie.”

0

Ospiti del CNEL e del suo presidente Renato Brunetta, si è tenuto in gennaio l’evento conclusivo della campagna Uilca “Chiusura filiali? No grazie.”

Presenti, oltre a Renato Brunetta, il segretario generale Uil PierPaolo Bombardieri e il segretario generale Uilca Fulvio Furlan, il vicepresidente della Regione Lombardia e coordinatore della Commissione Affari Finanziari della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Marco Alparone, il presidente dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani Antonio Decaro, il presidente dell’Unione delle Province d’Italia Michele de Pascale, il responsabile Economia e Finanze, Imprese e Infrastrutture del Partito Democratico senatore Antonio Misiani, la professoressa ordinaria di Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza Ida Claudia Panetta, l’avvocato e vicepresidente di Consumerismo Barbara Puschiasis e il vicedirettore generale vicario dell’Associazione Bancaria Italiana Gianfranco Torriero.

La presentazione è stata curata da Roberto Baldassari, professore di Integrated Communication Methods and Tools all’Università degli Studi Roma Tre e direttore generale di Lab 21.01.

Discrasia nelle rilevazioni tra nord e sud ma, complessivamente, nove italiani su dieci non sono soddisfatti della chiusura degli sportelli bancari nel proprio comune e ritengono utile parlare con un operatore del credito per avere consulenza e consigli su risparmi, credito e investimenti mentre per otto italiani su dieci un bancomat non può sostituire uno sportello bancario. Infine, per sette persone su dieci, la presenza di uno sportello bancario nel proprio comune stimola gli investimenti, generando creazione di ricchezza.

Intervistati con l’utilizzo di vari canali, 2870 persone di cui 828 nell’Area 4 Nielsen che comprende le regioni Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Qui potete trovare il comunicato stampa con i dati relativi all’indagine demoscopica, il report “L’impatto della desertificazione bancaria sugli italiani – Focus rapporto 2023”.

Inoltre, nell’assemblea del 25 gennaio u.s., il CNEL ha inserito tra le attività del 2024, l’istituzione di un tavolo che coinvolga tutti gli attori interessati per trovare soluzioni condivise al problema della desertificazione bancaria. Comunicato stampa del segretario generale Uilca Fulvio Furlan.

Infine, un video prodotto dalla Uilca Sicilia

Uil Catania – Fiaccolata di solidarietà per la giovane vittima di violenza

0
Fiaccolata in partenza da Piazza Università

“Finché ci sarà una donna minacciata in quanto donna, noi non avremo pace”. Con questo slogan la Uil di Catania ha manifestato esprimendo rabbia e dolore, solidarietà e indignazione, dopo lo stupro della tredicenne avvenuto il 30 gennaio scorso alla Villa Bellini, che ha fatto riemergere in tutta la sua tragicità il fenomeno della violenza sessuale ai danni delle donne, spesso giovanissime.
Durante la mattinata di ieri si è svolta un’assemblea al Teatro Massimo “Vincenzo Bellini” con lavoratrici e lavoratori dell’ente lirico alla presenza della responsabile nazionale del Dipartimento Uil “Mobbing & Stalking” Alessandra Menelao, della segretaria generale Uil Catania Enza Meli, e della responsabile territoriale della Uil “Mobbing & Stalking” Agata Giuliano.

Assemblea dei lavoratori presso il Teatro Vincenzo Bellini di Catania

Nel pomeriggio invece si è tenuta una fiaccolata di solidarietà per la giovanissima vittima di stupro partita da piazza Università e conclusasi alla villa Bellini, luogo della violenza, dove si sono esibiti gli artisti Rita Botto, Nunziata de Francesco, Puccio Castrogiovanni, Gerardo Maida e Valerio Santi. Momenti di grande emozione hanno accompagnato sia la fiaccolata silenziosa tenutasi nella centralissima via Etnea dove molti cittadini alla lettura dello striscione in testa al corteo hanno deciso di unirsi, sia per il flashmob regalato dagli artisti del Teatro Bellini di Catania tenutosi nel cuore del giardino pubblico, nel bellissimo chiostro liberty.

Flashmob
Flashmob

“Gli autori dello stupro di Villa Bellini siano condannati senza alcun ricorso a eventuali sconti di pena. E vengano giudicati in base alla loro pericolosità sociale. La prevenzione parte anche dalla punizione” lo ha affermato la responsabile nazionale dei Centri di Ascolto Uil “Mobbing & Stalking”, Alessandra Menelao, che ha ancora dichiarato: “Alla giovanissima vittima di questo orribile reato va assicurato tutto il nostro supporto, psicologico e morale, presente e futuro. Noi ci siamo e ci saremo, anche a sostegno della famiglia. Sin d’ora, inoltre, chiediamo che si eviti la vittimizzazione secondaria della tredicenne quando sarà celebrato il processo. Non si ripeta a Catania quello a cui stiamo dovendo assistere altrove, mi riferisco ad esempio al procedimento per violenza sessuale in corso nel Tribunale di Tempio Pausania dove una ventiduenne è stata sottoposta a un’autentica raffica di domande, ben millequattrocento, dai difensori degli imputati. C’è un limite a tutto. A maggior ragione se, come nel caso di Catania, parliamo di una ragazzina veramente piccola”.

 

Rosario Mingoia entra nel Select committee del Comitato Aziendale Europeo di UniCredit.

0

Nel corso della plenaria tenutasi ieri a Milano Rosario Mingoia, Segretario Responsabile del gruppo Unicredit della Uilca-Uil, palermitano di adozione, originario di Mussomeli, e’ stato eletto tra gli 8 italiani (unico siciliano) quale componente del comitato Ristretto del Comitato Aziendale Europeo di Unicredit, “Il CAE, fondato nel 2007 – spiega Mingoia – opera in coerenza con la cultura, i principi ed i valori connessi alla responsabilità sociale di impresa ed è composto da esponenti del mondo sindacale provenienti da tutti i Paesi europei in rappresentanza di tutte le nazioni ove opera Unicredit, unica banca italiana nella sua doppia dimensione europea e locale sul territorio.”
“Onorato per l’incarico di prestigio ricevuto – ha aggiunto Rosario Mingoia – svolgerò il lavoro con l’impegno e la tenacia di sempre, rivendicando il ruolo centrale delle risorse umane e l’obiettivo comune della loro valorizzazione quale elemento indispensabile e strategico per lo sviluppo e la crescita comune”.

Il palermitano Roberto Gueli è il nuovo Condirettore della TGR

0

Il giornalista palermitano Roberto Gueli, già Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Sicilia, nonché Vicedirettore della TGR, è stato nominato Condirettore della TGR Nazionale.

Gueli è entrato in RAI nel 1992 dopo avere fatto esperienza in varie testate televisive locali come Antenna Sicilia, Telesicilia, Telescirocco, Canale 21 e Teleregione e collaborazioni con La Sicilia, Corriere dello Sport, Resto del Carlino.

Roberto Gueli ha un trascorso di radio-telecronista sportivo con RaiSport e RadioRai oltre che con “Tutto il calcio minuto per minuto” e “Domenica sportiva”, al seguito della squadra del Palermo.

Questa ultima esperienza lo ha sicuramente invogliato a scrivere quattro libri sulla storia del Palermo, sulle promozioni del Palermo,  sullo scudetto del Palermo e sulla vita del Presidente Barbera.

Nella sua veste di Condirettore TGR Nazionale, Gueli avrà varie deleghe come quella per le redazioni del sud. Inoltre curerà la rubrica “Il Settimanale”.

Auguri al neo Condirettore dalla Uilca Sicilia.

Uilca Unicredit: raggiunto l’accordo su esodo e assunzioni Mingoia: “Tutte le domande accolte con l’ottenimento di nuove assunzioni”

0

Dopo una serrata trattativa, articolata su più giornate, si è raggiunto nella nottata del 19 dicembre con soddisfazione l’accordo tra l’azienda e le organizzazioni sindacali, che consentirà l’accoglimento di tutte le domande di esodo presentate con riferimento al piano industriale Unicredit che riguarda le colleghe e i colleghi con finestra pensionistica fino al 01/01/2030.

Alle 720 uscite seguirà un processo di ricambio generazionale che consentirà l’assunzione di circa 500 giovani, ai quali verranno sommate altre 200 assunzioni per effetto del turnover di eventuali dimissioni.

Tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori, che hanno volontariamente aderito all’esodo vedranno accolte le loro domande e ciò consentirà l’ottenimento di nuove assunzioni, in numeri importanti, garantendo il ricambio generazionale” lo afferma Rosario Mingoia, Segretario Responsabile UILCA Unicredit.

Per il segretario nazionale Uilca Giuseppe Bilanzuoli “l’esito finale positivo di questo negoziato conferma che il Fondo di Solidarietà, volontario e aperto a tutte le lavoratrici e i lavoratori, continua ad essere fondamentale per gestire le ristrutturazioni delle aziende, creando soluzioni per nuova e buona occupazione di giovani, in linea con quanto delineato nel rinnovo del Contratto Nazionale del credito”.

A conferma dell’importanza delle trattative in Unicredit, Mingoia infine ha dichiarato: “E’ stato mantenuto l’impegno con le colleghe e i colleghi di rete aventi finestra pensionistica entro il 1° gennaio 2030, grazie alla sottoscrizione di questo importante e significativo accordo dopo i successi del non assorbimento degli ad personam a seguito dell’incremento salariale dovuto dal rinnovo del CCNL e alla sottoscrizione dell’accordo sul rinnovo della polizza sanitaria.

Mico Geraci 25 anni dopo

0

Il 27 novembre 2023 si è svolto a Palermo, presso il Marina Convention Center del porto di Palermo (molo trapezoidale), la tavola rotonda “Il valore della legalità nel mondo del lavoro”, in ricordo del sindacalista Mico Geraci ucciso dalla mafia 25 anni or sono.

A presiedere il convegno, organizzato da Luisella Lionti segretaria generale Uil Sicilia ed area Vasta, Salvatore Guttilla segretario organizzativo Uil Sicilia.

Invitati: Pierpaolo Bombardieri segretario generale Uil, Benedetto Attili responsabile comparto Sicurezza Uil, Carmelo Barbagallo segretario generale Uil Pensionati, Antonello Cracolici presidente Commissione Antimafia dell’ARS, Giovanni Antoci sostituto procuratore della Repubblica, Giuseppe Geraci figlio di Mico Geraci ed una rappresentanza di studenti del liceo Borsellino di Palermo.

La giornalista Elvira Terranova ha guidato la tavola rotonda.

Benedetto Attili ha elogiato l’operato delle forze dell’ordine ed ha esortato il governo a maggiori investimenti nel settore per fornire i tutori della legge degli strumenti minimi ed indispensabili per potere eseguire il loro compito nel migliore dei modi.

Carmelo Barbagallo segretario generale Uil Pensionati

Carmelo Barbagallo ha illustrato il contesto ed il periodo in cui si sono svolti i fatti cruenti, ricordando che, Geraci, si voleva candidare a sindaco di Caccamo e che la cosa dava molto fastidio alla famiglia che controllava il territorio in modo quasi egemonico.

Secondo Antoci, l’Italia, nel periodo stragista della mafia, è stata ad un passo dal perdere la connotazione di moderna democrazia, fatto che avrebbe compromesso anche l’esistenza stessa del paese e dell’Europa.

Pierpaolo Bombardieri segretario generale Uil

“Questa è l’occasione per ricordare ancora una volta Mico Geraci, il nostro sindacalista, che ha perso la vita per la legalità. Ma è anche l’occasione per riproporre una serie di temi che riguardano il lavoro, la sicurezza sul lavoro, il lavoro nero e chi evade i contributi. C’è ancora, nel nostro Paese, una illegalità diffusa che deve diventare una questione culturale, uno dei temi sui quali la Uil sfida il governo nazionale ad agire in modo più deciso. Sono ancora pochi gli interventi contro le morti sul lavoro e sulla sicurezza. Ed è scarsa la disponibilità a combattere l’evasione contributiva e il lavoro nero. Ci sono pochi ispettori e ispezioni. E’ l’occasione giusta per ricordare tutto questo”, ha dichiarato Pierpaolo Bombardieri che poi ha recriminato sui tagli dei fondi del PNRR per progetti nel meridione poiché questa scelta penalizza la nascita e lo sviluppo delle imprese e, quindi, del lavoro, non necessariamente a basso contenuto di competenze. Il segretario generale della Uil ha sottolineato anche l’importanza delle manifestazioni in corso in tutta Italia per protestare contro la manovra economica preparata dal governo che tendono a migliorare la vita di molti italiani.

Di fatto, i giovani sono costretti a lavorare in nero o ad emigrare. Una studentessa ha riportato il disagio che i ragazzi provano per la necessità di emigrare se non si vuole lavorare in nero.

Giuseppe Geraci ha dichiarato di essere fiducioso nell’opera delle forza dell’ordine e della magistratura e che rimane in attesa del processo per l’uccisione di suo padre.

Antonello Cracolici ha commentato così: “A Caccamo Mico Geraci aveva mobilitato le coscienze di un territorio dove al massimo si poteva predicare la lotta alla mafia e non praticarla. L’idea che si potessero coniugare i diritti dei lavoratori a quelli della legalità aveva fatto paura alla mafia che ha deciso di ucciderlo. Oggi dobbiamo riflettere sull’utilizzo che si fa dei lavoratori migranti, invisibili ma presenti, come ha mostrato la vicenda di Daouda Diane, il sindacalista ivoriano scomparso ad Acate, e dove la commissione regionale Antimafia ha scelto di andare”.

In foto Luisella Lionti, Segretaria Generale UIL Sicilia e Area Vasta

Luisella Lionti ha sottolineato l’importanza della presenza del sostituto procuratore Antoci e dei rappresentanti sindacali Uil di Polizia e Carabinieri. “Mico credeva che le cose potessero cambiare. Credeva nella legalità, nel lavoro vero, sicuro e regolare. Ma purtroppo, ancora oggi, constatiamo che nei cantieri si procede con appalti a massimo ribasso, mancano ispettori e ispezioni e le vittime sul lavoro non accennano a diminuire. È necessaria più trasparenza e legalità nel nostro territorio. E ho scelto proprio questa location perché rispecchia la politica del fare. Il presidente Pasqualino Monti ha dimostrato che, se si vuole, si possono creare grandi cose”.

CCNL ABI. Firmato l’accordo per il rinnovo

0

In data 23 novembre 2023, Uilca insieme alle altre quattro organizzazioni sindacali del credito ed Abi, hanno siglato l’accordo per rinnovare il CCNL Abi.

Dal comunicato unitario delle OO.SS. si evincono le questioni che si sono definite, alcune che porteranno un plus per i dipendenti ed altre, come solitamente capita, sono più dei minus seppur ben digeribili visti i risultati del trattamento economico

Trattamento economico

Ci sarà l’aumento di € 435 per la figura media (3A4L) scalettato in quattro tranche. Per lo stesso inquadramento, la prima tranche di aumento è di € 250 con decorrenza 1° luglio 2023. Questo porterà all’erogazione, per i dipendenti con questo inquadramento, degli arretrati per € 1.250 a dicembre 2023 oltre alla quota di aumento di € 250 prevista per questo mese. La seconda tranche di aumenti sarà di € 100 a settembre 2024.

Si proseguirà con una tranche di € 50 il primo giugno 2025 ed, infine, € 35 a marzo 2026.

TFR

Viene ristabilita la piena base di calcolo del TFR dal 1° luglio 2023.

Durata contratto

La scadenza di questo contratto sarà il 31 marzo 2026.

Orario Lavoro

Dal 1° luglio 2024 l’orario di lavoro settimanale standard si ridurrà da 37 ore e 30 minuti a 37 ore.

CABINA DI REGIA

Rafforzata la funzione con riferimento a processi di evoluzione dei modelli organizzativi del lavoro, cambiamenti conseguenti a nuove tecnologie e digitalizzazione delle banche.

PARTECIPAZIONE

Introdotta possibilità di individuare forme di partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori alla vita delle imprese, per la gestione del cambiamento e del benessere sui luoghi di lavoro.

COMMISSIONE NAZIONALE PER LA SICUREZZA

Aumentate le funzioni anche al fine di contrastare lo stress da lavoro correlato.

OBBLIGHI DELLE PARTI

Eliminato il divieto di prestare la propria opera a favore di terzi, ferme le limitazioni di legge.

BUONO PASTO

L’importo minimo sale da 1,81 euro a 4 euro (limite attuale per la defiscalizzazione cartacea).

POLITICHE COMMERCIALI

L’accordo 8 febbraio 2017 diventa parte integrante del CCNL e quindi un preciso articolo contrattuale.

COMPORTO MALATTIA

L’aumento del 50% del periodo di comporto sarà riconosciuto anche in caso di disabilità ai sensi dell’art. 3, comma 3, legge 104/92 (c.d. “gravità”).

MATERNITÀ E PATERNITÀ

Eliminato il limite complessivo dei cinque mesi, anche i periodi di interdizione anticipata (c.d. “gravidanza a rischio”) verranno retribuiti al 100%.

DICHIARAZIONE CONGIUNTA SU MOLESTIE E VIOLENZE

Diventa un articolo del contratto.

FORMAZIONE, INNOVAZIONE TECNOLOGICA E BILATERALITÀ

Aumentate le ore complessive di formazione retribuita da 32 a 37 ore annue; introdotta assistenza di Abi e delle Segreterie Nazionali su richiesta degli organismi sindacali aziendali per il raggiungimento di accordi collettivi.

FONDO PER L’OCCUPAZIONE

Aumentati i contributi per favorire l’occupazione stabile anche nel Mezzogiorno, la staffetta generazionale, introdotto un ulteriore contributo per le aziende che non ridurranno gli organici e rafforzato il finanziamento alla parte emergenziale del fondo di solidarietà a favore delle lavoratrici e dei lavoratori licenziati senza possibilità di aderire alla parte straordinaria del Fondo di solidarietà.

FONDO DI SOLIDARIETÀ

Introdotta la possibilità di effettuare la cosiddetta staffetta generazionale su base volontaria (riduzione dell’orario di lavoro tre anni prima dell’uscita con integrazione economica parziale e copertura contributiva previdenziale piena, con relativa assunzione di giovani).

INCLUSIONE E PARI OPPORTUNITA’

Valorizzazione delle tematiche con rimando al lavoro delle specifiche Commissioni.

PROSOLIDAR

Istituito specifico articolo contrattuale, con previsione di aumento del contributo facoltativo annuo da 6 a 10 euro. Le intese prevedono quindi un forte riconoscimento economico, nuove tutele per le lavoratrici e i lavoratori e l’introduzione di strumenti necessari per gestire i cambiamenti del settore rivenienti dall’innovazione tecnologica e dai processi di digitalizzazione.

MISSIONI

Restano ferme le indicazioni chilometriche e i relativi rimborsi economici, ma vengono aumentate di un giorno mensile il numero di giornate escluse dal computo della diaria.

FUNGIBILITÀ

E’ resa strutturale la piena fungibilità nell’ambito della categoria quadri direttivi e i tempi di maturazione dell’inquadramento superiore e dei connessi vari livelli dei QD passano da cinque a sei mesi, in adeguamento alle previsioni di legge.

TRASFERIMENTI CONSENSUALI

Restano invariati l’età anagrafica e i limiti chilometrici. Aumenta da 22 a 23 anni di servizio il requisito dell’anzianità.

Come per ogni rinnovo, questi argomenti passeranno al vaglio delle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori per essere approvate o meno.

Uilca Sicilia News